Scansano è un comune che sorge a pochi chilometri da Grosseto ed è famoso soprattutto per essere la culla del Morellino, un noto vino rosso DOCG della zona.

La storia di Scansano, che risale all’epoca etrusca e romana, è stata molto movimentata nel corso dei secoli. Nel periodo medievale furono costruiti numerosi castelli di importanza strategica e durante i vari decenni Scansano passò prima in mano agli Sforza e poi ai Medici. Il paese continuò la sua crescita nel periodo del Risorgimento e durante la Resistenza fu un importante centro partigiano ed antifascista.

Per vivere il folklore di Scansano ti consiglio di non perderti la festa di San Giorgio che si svolge la domenica più vicina al 23 aprile. Secondo la leggenda quel giorno il santo sconfisse il drago che si aggirava nella zona e la festa è caratterizzata dal corteo storico e dalla corsa di cavalli che dal paese si dirigono verso il santuario di San Giorgio.

Scansano in Maremma, la culla del vino Morellino. Pendici coltivate a viteIl patrimonio culturale di Scansano è ricchissimo e puoi visitare:

  • la chiesa di San Giovanni Battista;
  • la chiesa di San Giovanni Bosco;
  • il santuario di San Giorgio;
  • la cappella della Santissima Annunziata;
  • il palazzo Pretorio;
  • la villa Sforzesca;
  • le strutture minerarie;
  • le architetture militari (castelli e cinte murarie);
  • siti archeologici.

Scansano è la patria del vino Morellino di Scansano che ha ottenuto la DOCG, marchio italiano che indica al consumatore l’origine geografica di un vino, molto apprezzato durante le degustazioni delle specialità vinicole della zona.

La gastronomia di Scansano è ricchissima e ti consente di gustare piatti prelibati come:

  • pappardelle al sugo di lepre;
  • fettuccine ai tartufi bianchi;
  • gnocchi di pane al cinghiale;
  • acquacotta;
  • zuppa di ceci con funghi porcini;
  • baccalà alla maremmana;
  • scaveccio;
  • cinghiale alla cacciatora;
  • scottiglia di agnello;
  • castagnaccio;
  • migliaccio.

Cosimo II de’ Medici legò il suo nome a Scansano che si arricchì notevolmente quando entrò sotto la dominazione della potente famiglia fiorentina. Altra figura legata al paese di Scansano è Luigi Canzanelli, un partigiano italiano noto col nome di battaglia di tenente Gino che proprio dal paese toscano avviò molte azioni militari contro nazisti e fascisti.

A Scansano puoi concederti una magnifica vacanza culturale alla scoperta dell’incantevole centro storico, delle bellezze architettoniche e dei reperti archeologici ritrovati. Sono disponibili anche diversi percorsi per i ciclisti dove ammirare lo splendido scenario della Maremma in sella alla tua bici.