Porto Santo Stefano è un delizioso e caratteristico borgo situato sulla costa nord-occidentale dell’Argentario e con Porto Ercole costituisce uno dei due abitati maggiori che formano il comune di Monte Argentario. Oltre alle splendide spiagge ed agli scorci paesaggistici mozzafiato che affacciano sul mare, Porto Santo Stefano vanta un ricco lascito ereditario architettonico e militare.

Grazie alla sua favorevole posizione geografica Porto Santo Stefano fu un importante centro commerciale a partire dai romani. Tra il XV ed il XVI secolo passò sotto la dominazione di Siena ma divenne un approdo di scarsa importanza a causa delle continue incursioni piratesche. Nel 1550 il paese sotto il governatore spagnolo Núñez Orejón de Ávila ritornò ad occupare un ruolo importante. Tra il ‘600 e l’800 Porto Santo Stefano vide diverse dinastie susseguirsi: i francesi, gli spagnoli, gli austriaci, i Borbone ed i Lorena. Nel 1860 Porto Santo Stefano fu integrato definitivamente insieme a tutta la Toscana nel Regno d’Italia.

Dal 1937 ad oggi si svolge ogni anno il 15 agosto il Palio Marinaro dell’Argentario, una gara remiera in cui competono i 4 rioni del paese.

Porto Santo Stefano: panorami e baie mozzafiato della costa dell'Argentario in Toscana

I luoghi imperdibili di interesse artistico e storico a Porto Santo Stefano sono:

  • la chiesa di Santo Stefano;
  • la chiesa dell’Immacolata Concezione;
  • la villa La Giocondiana;
  • la fortezza spagnola;
  • il faro di Lividonia;
  • la torre del Calvello.

Negli anni passati la “maschera sciornia” ha rappresentato una tradizionale carnevalesca molto particolare che però si è persa col tempo. “Sciornia” in dialetto significata “trasandata” ed infatti tutta la popolazione nel periodo festivo si mascherava con abiti antichi, calzamaglie, vecchie vesti ricamate ecc. e queste maschere rappresentavano simbolicamente il rovesciamento di ogni canone sociale e culturale.

Tra le prelibatezze culinarie che puoi gustare ti consiglio:

  • i corogli ignoranti e gli stinchi di morto (dolci secchi molto gustosi che puoi trovare in tutti i forni del paese);
  • pizza ripiena con acciughe e cipolla;
  • tonnina;
  • schiaccia di Pasqua;
  • pagnottella di Natale;
  • scaveccio;
  • caldaro.

Durante il viaggio da Quarto a Marsala Giuseppe Garibaldi fece tappa nel paese toscano per rifornirsi di armi e di acqua.

Durante il tuo soggiorno a Porto Santo Stefano puoi dilettarti nella vela, un sport molto in voga della zona, oppure concederti lunghe passeggiate in bici lungo le strade che costeggiano le magnifiche spiagge.